È il gatto il vero amico dell’uomo. Oggi la festa dei felini. Feltri: “Io gattolico praticante”. Mattarella, Barale e Palombelli: tutti pazzi per i mici

Silvio Berlusconi si coccola Dudù. Anche Renato Brunetta per non essere da meno ama i cani. E per il suo Otto si è anche commosso in pubblico. Mario Monti ha portato alla ribalta nei salotti tv Empy. Ma sono le attrici e le dive della tv a essere delle vere e proprie fanatiche dell’amore a quattro zampe. I pinscher di Elisabetta Canalis la seguono ovunque. Pure al ristorante. E sono stati immortalati in tenere foto, accoccolati sul cuore della padrona. Beati loro. E poi dicono che la vita da cani è brutta…Anche Maria De Filippi e Michelle Hunziker adorano i rispettivi amici e quattro zampe. Per non parlare di tutta la filmografia che ha visto protagonisti i cani, con Rin Tin Tin e Lassie che dopo tanti successi hanno ceduto la scena a Rex.

Ma il vero amico dell’uomo è il gatto. Lo confessa senza peli sulla lingua Vittorio Feltri. “Ne ho quattro, tutti trovatelli”, ammette il direttore, che si autodefinisce un “gattolico praticante” stregato dai felini domestici e dalla loro anima. “Hanno un quoziente di misticismo e magia. Non hanno retropensieri, né complicazioni mentali. Hanno qualcosa di diverso dall’uomo: i sentimenti puliti”. Non lo confesserà mai ma il suo gatto preferito è quel lazzarone di Ciccio Grigiotto, diventato ormai una star di Twitter. In più occasioni il suo padrone lo ha immortalato mentre gioca, mangia, fa le fusa. Ma Feltri è un irriducibile felino dipendente sui social network. Quando è stato eletto il nuovo Capo dello Stato ha scritto: “Mattarella ama e possiede gatti. Non può essere un cattivo presidente”. Ma i mici avranno pure un difetto. O no? “Non mi piace l’aggressività dei felini”, conclude il direttore, ma “nel complesso, loro mi danno un senso di tranquillità e sicurezza”.

LA FESTA DEL MICIO
I felini più coccolati oggi fanno festa. Pochi lo sanno, ma il 17 febbraio, da 24 anni, è la Festa Internazionale del Gatto. Perché questa data? Febbraio è il mese dell’Acquario, ossia degli spiriti liberi e anticonformisti come quelli dei gatti. Febbraio fin dal Medioevo veniva considerato il mese delle streghe, e i gatti con la magia hanno sempre avuto a che fare. Il numero 17 nella nostra tradizione è sempre stato ritenuto un numero portatore di iattura, stessa fama riservata al povero felino domestico. La sinistra fama del 17 è determinata dall’anagramma del numero romano che da XVII si trasforma in VIXI ovvero “sono vissuto”, quindi “sono morto”. Ma il gatto ha sette vite. Perciò Il 17 diventa “1 vita per 7 volte”.

LE GATTARE
D’accordo con Feltri sono sicuramente altre gattare vip. Come Paola Barale, Valeria Marini, Licia Colò, Ornella Vanoni, Barbara Palombelli, Heather Parisi  e tante altre. “Un gatto è come un amante – ha sempre detto la Barale – devi conquistarlo ogni giorno e non è detto che tu ci riesca”. Buona festa amico gatto. Miao.

Loading...