Entro un anno i militari italiani lasceranno l’Afghanistan. Il ministro Trenta avvia il ritiro del contingente. Tra Herat e Kabul sono impiegati circa 900 uomini

dalla Redazione
Cronaca

“Il ministro Trenta ha dato disposizioni al Coi (il Comando operativo di vertice interforze, ndr) di valutare l’avvio di una pianificazione per il ritiro del contingente italiano in Afghanistan”. E’ quanto riferiscono fonti della Difesa, aggiungendo che “l’orizzonte temporale potrebbe essere quello di 12 mesi”.  Attualmente, tra Herat e Kabul, sono impiegati circa 900 militari italiani, 148 mezzi terrestri e 8 mezzi aerei.La componente principale delle forze presenti è costituita da personale dell’Esercito proveniente dalla Brigata Aeromobile “Friuli”, con un significativo contributo di personale e mezzi della Marina Militare, Aeronautica Militare e Arma dei Carabinieri.