Escalation di violenze sessuali. Donne nel mirino dalla Lombardia al Salento. Fermato pure un italiano

dalla Redazione
Cronaca

Dalla Lombardia al Salento. Le cronache delle ultime 48 ore hanno fatto registrare un bollettino di guerra con un’escalation di violenze sessuali. Partiamo da Milano dove una donna di 81 anni ha raccontato di essere stata violentata nel parco nord della città da una persona “probabilmente uno straniero”. È caccia all’uomo che si sarebbe avvicinato con modi gentili per poi trascinarla lontano da occhi indiscreti.

Branco in Brianza – A pochi chilometri di distanza, in Brianza, una ragazza di 17 anni è stata minacciata con un coltello e violentata da un marocchino di 22 anni che è stato arrestato. La violenza sarebbe avvenuta in un palazzo abbandonato di Desio. Denunciati per concorso in stupro altri tre marocchini. La ragazza, anche lei di origini marocchine, li avrebbe conosciuti poche ore prima per poi seguirli ingenuamente.

Qui Bologna – Scendiamo a Bologna dove un pakistano senza fissa dimora ha inseguito una donna per poi gettarla a terra. Soltanto l’intervento dei carabinieri, allertati da un passante che aveva visto un uomo schiaffeggiare la donna, ha impedito che l’aggressore la violentasse dietro una siepe.

Riviera pericolosa – Nuova violenza, questa volta soltanto tentata, a Rimini. Dopo quelle dello scorso fine settimana ai danni di una donna polacca e di una trans, nella notte tra mercoledì e giovedì un marocchino di 34 anni ha prima rubato il cellulare a una 41enne di Parma riuscendo a portarla sulla battigia dove ha provato a violentarla. Le forze dell’ordine, allertate dal compagno della donna, sono arrivate giusto in tempo per evitare la violenza. Il marocchino è stato arrestato in flagranza di reato.

Villaggio turistico in Salento – La rassegna non è finita qui. Perché in un villaggio turistico in Salento un ragazzo italiano di 27 anni è stato fermato con l’accusa di presunta violenza sessuale ai danni di una 19enne anche lei in vacanza. Il ragazzo si sarebbe intrufolato nel bungalow della ragazza con la quale poco dopo ha avuto un rapporto sessuale. Non consenziente secondo la versione della 19enne, consenziente secondo il ragazzo di Latina che era sotto l’effetto di alcol. Le indagini degli inquirenti dovranno fare chiarezza sull’inquietante episodio.