Governo, è saltata ogni trattativa. Di Maio chiede di tornare al voto a giugno: “Non ci sono alternative”

dalla Redazione
Politica

Luigi Di Maio aveva anticiapto ieri che oggi avrebbe avuto comunicazioni importanti. Sono arrivate con puntualità: “Bisogna tornare al voto il prima possibile” – ha scritto su Facebook senza giri di parole – “Tutti parlano di inserire un ballottaggio nella legge elettorale, ma il ballottaggio sono le prossime elezioni. Quindi dico a Salvini, adesso chiediamo insieme di andare a votare, e facciamolo finalmente questo secondo turno a giugno. Visto che i partiti hanno paura del cambiamento. Allora facciamo scegliere ai cittadini tra rivoluzione e restaurazione”.

Non sembra affatto intenzionato a voler tornare subito alle urne il segretario della Lega, Matteo Salvini, che sui social ha scritto: “Dopo i Molisani, anche donne e uomini del Friuli Venezia Giulia ringraziano il PD per l’egregio lavoro svolto, e salutano Di Maio & Compagni. GRAZIE!!!!!
#andiamoagovernare io sono pronto!

Commenti

  1. honhil

    Di Maio, come succede, da Roma in giù, alle piante erbacee nel mese di maggio, è destinato a disseccarsi. Insieme, al sostenitore della povertà felice (degli altri, posto che lui di milioni ne ha a carrettate), Grillo. E un ciao senza rancore alla Casaleggio Associati e a tutti gli arrampicatori sociali che sul quel carrozzone sono saliti. Pensando esclusivamente a se stessi. Mentre agli altri, al resto degli italiani, appunto, predicano la ‘decrescita felice’. E che Santa Caterina da Siena e San Francesco d’Assisi continuino a proteggere lo Stivale da siffatta genia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *