Grillo firma il patto per la scienza sottoscritto anche dall’immunologo Burioni. Ondata di critiche sul blog del fondatore del M5S, che però resta coerente con la linea free vax

dalla Redazione
Cronaca
BEPPE GRILLO

“Oggi è successa una cosa molto importante: Beppe Grillo e Matteo Renzi hanno sottoscritto (insieme a molti altri), un patto a difesa della scienza. Perché ci si può dividere su tutto, ma una base comune deve esserci”. E’ quanto scrive sul suo blog Medicalfacts l’immunologo del San Raffaele, Roberto Burioni, da anni impegnato in difesa dei vaccini. “La scienza – aggiunge il professore – deve fare parte di questa base. Perché non ascoltare la scienza significa non solo oscurantismo e superstizione, ma anche dolore, sofferenza e morte di esseri umani”.

“Ha detto Albert Einstein – aggiunge Burioni – che la ‘scienza, al confronto con la realtà, è primitiva e infantile. Eppure è la cosa più preziosa che abbiamo’. Oggi sono molto contento, perché due persone rivali e distanti sono d’accordo sul fatto che non possiamo permetterci di buttarla via”.

L’appello sottoscritto da Burioni e promosso insieme al ricercatore Guido Silvestri della Emory University di Atlanta, è rivolto a tutte le forze politiche italiane, affinché sottoscrivano “un Patto Trasversale per la Scienza” e s’impegnino formalmente “a rispettarlo, nel riconoscimento che il progresso della Scienza è un valore universale dell’umanità, che non può essere negato o distorto per fini politici o elettorali”.

Nel suo post Grillo afferma di aver ricevuto l’appello dal professor Silvestri, ma di non conoscere Burioni. “Nella scienza non si crede: o si capisce oppure non si capisce”, scrive il fondatore del Movimento 5 Stelle motivando la sua scelta. “E’ una modalità di comprensione delle cose del mondo che deve essere capace di prescindere da qualsiasi pregiudizio (quindi anche relativamente ad un certo vaccino o modalità di vaccinazione della popolazione). Il rapporto matematica/realtà naturale non è ancora del tutto chiaro”.

“La scienza procede, senza timori attraverso il dubbio (anche su se stessa). La scienza – afferma ancora Grillo -, ed il suo mondo, hanno bisogno di sopravvivere, come qualunque altra cosa. Per questo – ha aggiunto il comico genovese – condivido con voi il Patto Trasversale per la Scienza, perché il progresso della scienza deve essere riconosciuto come un valore universale dell’umanità e non può essere negato o distorto per fini politici e/o elettorali”.

La pagina Facebook di Beppe Grillo, in seguito alla decisione di sottoscrivere l’appello di Burioni, è stata sommersa da centinaia di commenti di persone contrarie alla svolta pro-scienza del fondatore del M5S. Oltre 400 i commenti sotto il post in cui Grillo annuncia la sua adesione al documento, quasi tutti profondamente critici.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *