I reati diminuiscono ma la percezione di insicurezza dei cittadini rimane alta. Gabrielli: “E’ un problema su cui dovremo lavorare. Lo sblocco del turnover consentirà di assumere forze nuove”

dalla Redazione
Cronaca

“Statisticamente diminuiscono i reati, ma la percezione d’insicurezza dei cittadini rimane alta ed è un problema su cui dovremo lavorare”. E’ quanto ha detto il capo della Polizia, Franco Gabrielli, a margine della Messa in ricordo dei Caduti della Polizia di Stato, celebrata oggi nella Basilica della Santa Casa di Loreto, ad Ancona.

Parlando dell’omicidio di Pamela Mastropietro, la diciottenne uccisa a Macerata il 30 gennaio scorso, e del successivo raid razzista a contro migranti per il quale è stato recentemente condannato Luca Traini, il capo della Polizia ha aggiunto: “Noi siamo come il pronto soccorso che interviene nel momento dell’emergenza, ma affinché vicende del genere non accadano più occorre anche la medicina preventiva che deve operare sul tessuto sociale”.

“La Polizia di Stato – ha detto ancora Gabrielli – sta vivendo un momento particolarmente felice grazie allo sblocco del turnover, che consentirà di assumere forze nuove, soprattutto per quanto riguarda il personale entrato in carica negli anni ’80 e che nel giro di poco tempo andrà in pensione”.