Il Governo italiano chiede all’Olanda di occuparsi dei 47 migranti a bordo della Sea Watch 3. Salvini: “La nave è sua. In corso indagini sulla Ong”

dalla Redazione
Cronaca

“Il governo della Repubblica Italiana chiede” all’Olanda di “poter disporre di ogni informazione in merito alla ong Sea Watch, con particolare riferimento alla conformità alla legislazione dello stato di bandiera dell’organizzazione e delle attività della predetta ong, nonché nelle relative imbarcazioni ed equipaggio”. E’ quanto si legge nella lettera, anticipata dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini, con la quale il Governo italiano invita le autorità olandesi “a predisporre con urgenza gli adempimenti relativi all’organizzazione della presa in carico e del trasferimento in Olanda dei 47 migranti a bordo della nave olandese”.

“Aspettiamo di capire con quali tempi e quali modalità il governo olandese – ha commentato Salvini -, visto che la nave è sua, si farà carico di questa presenza. Posso aggiungere che sono in corso esami da parte delle forze dell’ordine sul comportamento di questa ong che pensa di imporre una sua legislazione in un Paese come l’Italia dove ci sono delle regole che vanno rispettate”.

Questa mattina, sempre in merito alla presenza della nave Sea Watch 3 al largo delle coste siciliane, Salvini ha detto che da parte dell’Italia “non c’è alcun desiderio di sequestrare i 47 immigrati della Sea Watch”. “Non vediamo l’ora di farli arrivare – ha aggiunto il leader della Lega -, sani e salvi, in altri paesi europei. Nessuno spazio in Italia. Spiace constatare che, mentre il ministro dell’interno lavora per gli interessi degli italiani il sindaco De Magistris continua ad occuparsi solo di immigrati”.