Il padre di Renzi ai domiciliari si rinvia a giudizio da solo. Lo sfogo su Facebook: “Aspettate il processo. E vedrete”. Ma siamo ancora alle indagini preliminari

dalla Redazione
Cronaca

“Non auguro a nessuno, nemmeno al mio peggiore nemico, di vivere mai ciò che la Lalla e io stiamo vivendo. Tuttavia ci prepariamo a una lunga vicenda giudiziaria consapevoli di un fatto: la verità prima o poi verrà fuori. Aspettate il processo. E vedrete”. E’ quanto scrive, in un lungo post pubblicato su Facebook, Tiziano Renzi, parlando della vicenda giudiziaria che lo coinvolge insieme alla moglie. 

“Voglio che sia chiara una cosa: i giornali sono pieni solo delle ricostruzioni dell’accusa. Io affermo qui (e purtroppo per il momento posso solo qui) – aggiunge il padre dell’ex premier Matteo Renzi – che queste ricostruzioni sono FALSE. Io affronterò il processo nelle aule dei tribunali da cittadino massacrato preventivamente sui media ma da cittadino incensurato che rivendica con forza la propria innocenza. Non abbiamo fatto mai fatture false, non siamo amministratori di fatto, non abbiamo fatto bancarotta, non abbiamo lavoratori in nero”.

Loading...