Libia, Di Maio incontra il presidente tunisino Said. “Stop alla vendita di armi. Prevalga la via diplomatica. E’ necessario coinvolgere i Paesi vicini, come la Tunisia”

dalla Redazione
Mondo

“Qui con il presidente tunisino Kais Said. Insieme abbiamo affrontato vari temi, tra cui ovviamente la Libia. Come Italia riteniamo sia importante coinvolgere la Tunisia e i Paesi limitrofi alla conferenza di Berlino. Non ci può essere una soluzione concreta e duratura senza il coinvolgimento dei Paesi vicini alla Libia, così come l’Algeria e il Marocco”. E’ quanto ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a margine dell’incontro con il presidente tunisino, Kais Said. “È insieme che bisogna lavorare verso un nuovo approccio – ha aggiunto Di Maio -, che coinvolga tutti al tavolo del dialogo. Quella che abbiamo davanti è una guerra per procura: dobbiamo fermare ogni interferenza esterna. Bisogna smetterla di vendere armi. Deve prevalere la via diplomatica”.