Milano, la strage dei pendolari. Deraglia un convoglio della Trenord: quattro morti e cento feriti. Dieci sono gravi

dalla Redazione
Cronaca

Un convoglio della ferrovia Trenord è deragliato nei pressi di Pioltello. Si contano finora quattro morti, secondo le prime indiscrezioni tre donne, e un centinaio di passeggeri sono rimasti feriti, di cui 5 in codice rosso e 8 in codice giallo. E il bilancio potrebbe essere destinato a salire.

Lungo la direttrice Milano-Venezia sono registrati ritardi su tutta la linea. Il servizio di posizione in tempo reale del sito di Trenord ha rilevato l’ultima localizzazione del treno alle 6.57, presumibilmente l’ora dell’impatto. Si tratta di un convoglio di pendolari partito da Cremona e diretto a Milano Porta Garibaldi.

Trenord, attraverso i propri canali online, spiega che “a causa di un inconveniente di esercizio in prossimità della stazione di Pioltello, che richiede un necessario intervento delle autorità competenti, la circolazione è al momento interrotta tra le stazioni di Treviglio e Milano.

Intanto Trenord fa sapere che la circolazione ferroviaria è interrotta dalle 7.00 sulla linea Milano-Brescia per lo svio del treno regionale 10452 di Trenord nella stazione di Pioltello Limito. Fra Milano e Brescia il traffico è sospeso su entrambe le linee (direttissima e lenta).

I racconti – Alle 6.57 il treno che trema come “se ci fossero dei sassi sui binari”, poi la frenata e le due carrozze centrali che si accasciano su un lato. Per oltre tre ore i Vigili del fuoco hanno lavorato per estrarre i passeggeri rimasti incastrati tra le lamiere di uno dei vagoni e intorno alle 10.15 hanno annunciato di essere riusciti a liberare tutti i sopravvissuti. Ancora sconosciute le cause dell’incidente: il questore di Milano Marcello Cardona ha parlato di un “cedimento tra i vagoni” e l’ipotesi più accreditata è che si sia trattato di un problema allo scambio. La Procura di Milano ha aperto un’inchiesta con l’ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo. Il treno, composto da motrice e sei vagoni, era partito alle 5.32 da Cremona ed era diretto alla stazione di Milano Garibaldi. A bordo decine di pendolari che abitualmente dall’hinterland est si recano in città. Subito dopo l’incidente gli elicotteri dei Vigili del fuoco e dei soccorritori hanno iniziato a fare la spola dal luogo agli ospedali. Il campo adiacente ai binari è stato riempito dai mezzi dei soccorritori. L’incidente sta provocando numerosi disagi alla circolazione ferroviaria fra Milano e Brescia e il traffico è sospeso dalle 7 su entrambe le linee (direttissima e lenta). Trenitalia ha attivato un servizio sostitutivo con autobus.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *