Mondiali 2018, l’Uruguay si arrende alla Francia. Blues in semifinale: vittoria per 2-0 con le reti di Varane e Griezmann

dalla Redazione
Sport

Varane di testa,  poi Griezmann con la collaborazione di Muslera, in versione Karius: in mezzo, la strepitosa parata di Lloris su Caceres. La Francia va in semifinale per la sesta volta ai Mondiali, la prima dopo 12 anni. E la differenza la fanno anche i portieri. Solo lacrime per l’Uruguay, troppo pesante l’assenza di Cavani per i noti problemi al polpaccio: senza il Matador anche Suarez si è immalinconito, poco assistito sia da Stuani che, nel finale, da Maxi Gomez e Urretaviscaya. E così, con merito, Deschamps batte Tabarez anche senza il miglior Mbappè regalandosi la vincente di Brasile-Belgio.

C’è Lloris costretto precipitosamente a uscire sul colpo di testa di Godin: la prima grande occasione è per la Francia, con Mbappè che, lasciato colpevolmente solo dalla difesa uruguaiana, colpisce debole e alto di testa. Non una partita indimenticabile, movimentata di tanto in tanto dalle discese di Mbappè sulla destra, ben contenute comunque da un attento Laxalt. Su una di queste, il pericoloso cross del talento del Psg non trova alcun compagno in area nonostante Deschamps – che ha sostituito lo squalificato Matuidi con Tolisso – abbia confermato sia Griezmann che Giroud in avanti. Il copione è quello atteso, con l’Uruguay guardingo – si fa sentire l’assenza di Cavani, neanche in panchina, Stuani si preoccupa troppo di rientrare, abbandonando Suarez nelle grinfie di Varane e Umtiti – e la Francia pronta a colpire. Serve un episodio per accendere il quarto di Novgorod, lo trovano i transalpini. E’ il 40′, punizione di Griezmann e Varane, in anticipo su Stuani, batte di testa Muslera. Francia in vantaggio. Ma la Celeste ha tanto orgoglio e sfiora il pari: stavolta piazzato di Torreira, vola Caceres ma Lloris è strepitoso. Poi Godin spreca da due passi. L’Uruguay – che non ha mai vinto nelle precedenti 16 partite ai Mondiali in cui ha subito la prima rete del match (l’ultima volta lo fece nel 1966 proprio contro la Francia) – rischia grosso con un avventato dribbling di Muslera su Griezmann: se la cava l’ex laziale. Attorno all’ora di gioco Tabarez cambia: dentro Maxi Gomez e Rodriguez per Stuani e Bentancur (ammonito, in ogni caso non avrebbe giocato la semifinale). Tutto vano, perchè Muslera regala il bis alla Francia: tiro senza particolari pretese di Griezmann, paperissima del numero 1 della Celeste e per Deschamps è tutto in discesa. Nonostante una mezza sceneggiata di Mbappè che scatena un parapiglia e che porta all’ammonizione della stellina dei Bleus (oltre a quella di Rodriguez), e nonostante l’all-in di Tabarez, che inserisce anche Urretaviscaya per Nandez. Provata dalla stanchezza, la Celeste tenta di avvicinarsi all’area francese con lunghi lanci dalle retrovie, ma Varane e compagni fanno ottima guardia. Mai in discussione il 2-0. La Francia va con merito in semifinale, l’Uruguay saluta tra lacrime e applausi.
(ITALPRESS).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *