Pure Moody’s non crede a Renzi. L’ultimo rapporto dell’agenzia di rating prevede una crescita appena sopra l’1% nel 2016

Moody’s frena le speranze del governo Renzi alle prese con una legge di stabilità tutta in salita nella speranza che la Ue conceda un nuovo sconto all’Italia sul deficit: nel 2016 la crescita economica si attesterà appena sopra o intorno all’1%. Lo scrive Moody’s nel suo rapporto global macro outlook, confermando le preoccupazione degli addetti ai lavori alla luce di una progressione del Pil, nel secondo trimestre, ancora fiacca. Certo i dati sono in linea con le stime ufficiali del governo per l’intero 2015 (+0,7%), ma Palazzo Chigi sperava si sorprendere i mercati con un +1% per fine anno ottenendo un effetto traino che portasse la crescita nel 2016 almeno all’1,4%. Un speranza che secondo l’agenzia di rating americana resterà vana.

Loading...