Mps e festini, a Siena spunta un nuovo testimone pronto a parlare sul caso David Rossi. Sarà sentito dalla Procura di Genova

dalla Redazione
Cronaca

Spunta un nuovo testimone nell’inchiesta sui presunti festini cui avrebbero partecipato anche magistrati senesi che indagavano sulla morte di David Rossi, il capo della comunicazione della Banca Monte dei Paschi di Siena precipitato, in circostanze ancora poco chiare, da una finestra di Rocca Salimbeni il 6 marzo 2013.

L’uomo afferma di essere a conoscenza di particolari sui festini e che sarebbe pronto a parlare. La nuova testimonianza sarà ora vagliata dalla Procura di Genova che indaga sul caso, con l’ipotesi di abuso d’ufficio a carico di ignoti, dopo l’intervista rilasciata all’inviato de Le Iene Antonino Monteleone dall’ex sindaco di Siena, Pierluigi Piccini, il primo a parlare di presunti legami tra i festini e la morte di Rossi.

A gennaio, il procuratore aggiunto Vittorio Ranieri Miniati e il sostituto Cristina Camaiori, che indagano per abuso d’ufficio a carico di ignoti, avevano interrogato come persona informata dei fatti anche l’escort che avrebbe partecipato agli incontri a sfondo sessuale, anche quest’ultimo intervistato da Monteleone. Il giovane aveva confermato di avere partecipato alle feste, ma non aveva riconosciuto con assoluta certezza i magistrati mostrati in foto dagli investigatori, al contrario di quanto invece fatto durante la trasmissione tv de Le Iene.

Loading...