Nelle ultime 24 ore nessun decesso in 8 regioni. Oltre 132mila i guariti dall’inizio dell’epidemia. I nuovi contagi sono 665 e tornano a calare anche in Lombardia

dalla Redazione
Cronaca
CORONAVIRUS

Sono 665 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore. Il numero totale dei malati, riferisce l’ultimo bollettino del Dipartimento della Protezione civile, è di 62.752, con una decrescita di 2.377 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi, 676 sono ricoverati nelle terapie intensive, con una decrescita di 40 pazienti rispetto a ieri, 9.624 sono degenti con sintomi nei reparti ordinari, con un decremento di 367 pazienti, mentre 52.452, pari all’84% del totale, sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Il numero complessivo di guariti e dimessi dall’inizio dell’epidemia sale, invece, a 132.282, con un incremento di 2.881 persone rispetto a ieri.

Rispetto a ieri i deceduti sono 161 (di cui 65 in Lombardia) e portano il totale a 32.330. Secondo i dati della Protezione civile, in 8 regioni (Trentino Alto Adige, Sicilia, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Basilicata e Molise) tra ieri e oggi non si sono registrati nuovi decessi.

I contagi sono tornati a calare anche i Lombardia dove i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono 294 a fronte di 11.508 tamponi eseguiti. Continua a diminuire anche il numero dei ricoverati in terapia intensiva (231, -13) e negli altri reparti (4.281, -145). I morti sono in totale 15.662, con 65 nuovi decessi, mentre ieri erano stati 54.

Nel dettaglio (qui la mappa dei contagi), i casi attualmente positivi sono: 26.671 in Lombardia, 9.151 in Piemonte, 5.098 in Emilia-Romagna, 3.532 in Veneto, 2.117 in Toscana, 2.178 in Liguria, 3.786 nel Lazio, 1.974 nelle Marche, 1.442 in Campania, 1.902 in Puglia, 126 nella Provincia autonoma di Trento, 1.523 in Sicilia, 596 in Friuli Venezia Giulia, 1.317 in Abruzzo, 272 nella Provincia autonoma di Bolzano, 66 in Umbria, 331 in Sardegna, 46 in Valle d’Aosta, 353 in Calabria, 198 in Molise e 73 in Basilicata.