Rapimento Abu Omar, Mattarella concede la grazia parziale all’ex agente della Cia, Sabrina de Sousa

dalla Redazione
Cronaca

Sabrina de Sousa, l’ex agente della Cia condannata in via definitiva per il sequestro del 2003 dell’ex imam Abu Omar, ha ricevuto la grazia parziale di un anno di reclusione dal presidente Mattarella.

De Sousa era stata condannata, in concorso con altre persone, alla pena di sette anni di reclusione per il reato di sequestro di persona, avvenuto a Milano nel febbraio del 2003. Una pena che è stata ridotta a quattro anni per l’indulto di cui alla legge n. 241 del 2006, già riconosciuto all’interessata nella misura di tre anni. Per effetto del provvedimento del Capo dello Stato, a carico della De Sousa permane la pena di tre anni di reclusione, pena che consente la presentazione di istanze di misure alternative alla reclusione, senza necessità di detenzione carceraria. La decisione tiene conto del parere favorevole formulato dal Ministro della Giustizia a conclusione della prevista istruttoria.

Nella valutazione della domanda di grazia, il Capo dello Stato ha considerato l’atteggiamento tenuto dalla condannata, la circostanza che gli Stati Uniti hanno interrotto la pratica delle extraordinary renditions, e l’esigenza di riequilibrare la pena a carico della predetta rispetto a quella degli altri condannati per il medesimo reato.

Loading...