Stroncato da un infarto il funzionario di Palazzo Chigi trovato morto in un hotel a Parigi. Era nella capitale francese per un corso di formazione

dalla Redazione
Cronaca

Sarebbe morto a causa di un infarto, dunque di morte naturale, il funzionario di Palazzo Chigi, in servizio all’intelligence, trovato morto nella notte tra domenica e lunedì a Parigi, nell’ApartHotel dove alloggiava, a Montmartre. Il funzionario, 50 anni, era nella capitale francese da venerdì scorso e, stando a quanto hanno riferito fonti diplomatiche italiane, doveva partecipare a un corso di lingua nell’ambito dei normali scambi fra i due Paesi.

Il 50enne è stato trovato dai soccorritori, che hanno tentato di rianimarlo, con una ferita sotto il mento e tracce di vomito sugli indumenti. Nella stanza dove alloggiava, secondo Le Point, la polizia ha trovato in cassaforte una chiave con un codice, una busta con 85 biglietti da 20 euro, una chiavetta Usb e una card Sd con il relativo lettore. La procura parigina ha aperto un’inchiesta per accertare le cause della morte del funzionario e la polizia giudiziaria è stata incaricata delle indagini.