Trump rottama pure le politiche sul clima di Obama. Finisce la guerra al carbone a stelle e strisce

dalla Redazione
Mondo

Donald Trump ribalta le scelte fatte dall’amministrazione di Barack Obama anche sul clima. L’annuncio è arrivato dal capo dell’agenzia federale dell’ambiente (Epa), Scott Pruitt, che ha spiazzato tutti rendendo nota l’imminente rottamazione del ‘”Clean Power Plan” che taglia le emissioni degli impianti a carbone.

L’amministrazione Trump ha annunciato la fine della guerra al carbone che comincia con la firma da parte di Pruitt che avvia il ritiro dal piano varato da Obama e di cui il presidente americano Trump aveva ordinato la revisione alla fine di marzo. La rivoluzione sulle politiche del clima è dettata, secondo il nuovo corso del tycoon, “da errori che portarono a un provvedimento che è stato frutto di un eccesso di potere da parte dell’ex presidente”. I sostenitori delle politiche del carbone ritengono che Obama, con questo provvedimento, abbia causato la perdita di moltissimi posti di lavoro nell’ambito dell’energia.

Non la pensano esattamente allo stesso modo i sostenitori del “Clean Power Plan” che giudicano questo provvedimento fondamentale nell’ambito degli sforzi contro il riscaldamento globale.