Venti arresti nella Capitale. Gestivano lo spaccio di cocaina a Tor Bella Monaca. Coinvolte anche tre donne. Business da 200mila euro al mese

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I carabinieri di Frascati hanno eseguito, all’alba di oggi, un’ordinanza di custodia cautelare che dispone l’arresto di 20 persone (15 in carcere e 5 ai domiciliari), su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Roma. I destinatari del provvedimento sono tutti italiani, tra cui tre donne, appartenenti a un’organizzazione criminale dedita al traffico di cocaina, radicata a Roma con base operativa e logistica nel quartiere di Tor Bella Monaca. Le indagini hanno consentito di accertare l’esistenza di un sodalizio criminale dedito al traffico di cocaina tra le palazzine popolari di via Dell’Archeologia con un giro d’affari pari a circa 200 mila euro mensili. L’organizzazione dello spaccio avveniva secondo un vero e proprio modello aziendale con ripartizione di turni, mansioni e compiti con vedette che avevano sia il compito di indirizzare i clienti verso i pusher che stavano nascosti tra gli androni dei palazzi per non farsi notare, e sia quello di avvisarli in caso di eventuale arrivo delle forze dell’ordine. Inoltre alcuni degli arrestati erano incaricati del rifornimento degli involucri di cocaina, una volta terminato il precedente rifornimento, nonché di raccogliere il provento dell’attività di spaccio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA