4 luglio, Festa dell’Indipendenza americana: cos’è e perché si festeggia

Negli Stati Uniti, il 4 luglio si celebra la Festa dell’Indipendenza americana con la quale si ricorda la nascita del Paese datata 1776.

Il 4 luglio è il giorno della Festa dell’Indipendenza americana: l’evento rappresenta uno dei più importati momenti della storia degli Stati Uniti e viene celebrato in tutto il Paese. Cos’è e perché si festeggia?

4 luglio, Festa dell’Indipendenza americana: cos’è e perché si festeggia

4 luglio, Festa dell’Indipendenza americana: origini storiche e nascita degli Stati Uniti

Il Giorno dell’Indipendenza viene celebrato negli Stati Uniti d’America il 4 luglio di ogni anno. la festa nazionale è strettamente legata alla Dichiarazione di Indipendenza che recita: “Noi riteniamo che sono per se stesse evidenti queste verità: che tutti gli uomini sono creati eguali; che essi sono dal Creatore dotati di certi inalienabili diritti, che tra questi diritti sono la Vita, la Libertà, e il perseguimento della Felicità”.

La Dichiarazione di Indipendenza non si limita a decretare la nascita degli Stati Uniti e ad accusare formalmente il monarca inglese Giorgio III ma afferma per la prima volta nella storia internazionale i principi dell’Illuminismo. Nel documento, datato 4 luglio 1776, infatti, vengono citati concetti come le libertà personali e l’uguaglianza che, se oggi vengono dati come assodati, per l’epoca erano a dir poco rivoluzionari. Nel ‘700, la maggior parte degli Stati erano domina da regimi assolutisti e temi come l’uguaglianza e le libertà personali sarebbe diventati usuali in Europa soltanto dopo la Rivoluzione Francese del 1789.

Con la Dichiarazione di Indipendenza, le Tredici colonie annunciarono l’emancipazione dal Regno di Gran Bretagna governato da Giorgio III, decretando la nascita degli USA. Il documento venne redatto in meno di un mese dalla cosiddetta Commissione dei Cinque costituita da John Adams del Massachusetts, Benjamin Franklin del Pennsylvania, Thomas Jefferson (principale autore) della Virginia, Robert R. Livingston di New York e Roger Shermandel Connecticut e venne firmato il 2 luglio, salvo poi essere mostrato pubblicamente soltanto due giorni dopo la firma.

Cos’è e perché si festeggia? Tradizioni, parate ed eventi

Negli Stati Uniti, per festeggiare il Giorno dell’Indipendenza, il popolo americano scende in strada per assistere a parate colorate mentre tutte le attività non essenziali restano chiuse per consentire ai cittadini di prendere parte alla festa. La parata più importante è la National Independence Parade.

Mentre in tutto il Paese si susseguono eventi e parate, al National Archives di Washington presso il quale è conservata la Dichiarazione di Indipendenza, vengono organizzate rievocazioni della Rivoluzione Americana.

Alle ore 12:00 del 4 luglio, nelle basi militari viene svolto un saluto militare noto come Salute to the Union durante il quale vengono sparati colpi di cannone di numero pari agli Stati che compongono gli USA. La sera, invece, viene organizzato uno spettacolo di fuochi d’artificio.

La festa dell’Indipendenza del 4 luglio è accompagnata da numerose tradizioni che riguardano, ad esempio, l’alimentazione. Per celebrare l’evento, infatti, le famiglie hanno l’abitudine di riunirsi e organizzare barbecue e picnic e assistere insieme a concerti o eventi sportivi come partite di basket o baseball.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 14:07
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram