Il bollettino sul coronavirus di oggi 8 aprile: 487 morti e 17.221 contagi

bollettino coronavirus oggi 8 aprile
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il bollettino sul coronavirus del ministero della Salute di oggi 8 aprile con i dati dei nuovi positivi regione per regione. Sono 17.221 i nuovi contagi in Italia nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 13.708 di ieri ma con 362.162 tamponi, 22mila più di ieri. In leggero aumento il tasso di positività, al 4,7%. I decessi sono 487. Ancora in calo i ricoveri: le terapie intensive che sono 20 di meno (ieri -60) con 259 ingressi del giorno, 3.663 in tutto, mentre i ricoveri ordinari calano di 465 unità (ieri -21), per un totale di 28.851.  Ieri ci sono stati 13.708 nuovi contagiati, 627 morti e  20.927 guariti; il numero di tamponi effettuati è 339.939.

Il bollettino sul coronavirus oggi 8 aprile

Nel dettaglio sono 17.221 i nuovi contagi in Italia nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto ai 13.708 di ieri ma con 362.162 tamponi, 22mila più di ieri. In leggero aumento il tasso di positività, al 4,7%, ma dopo i dati “pasquali” degli ultimi giorni, che risentivano dei pochi test effettuati, sembra confermato il trend in discesa (giovedì scorso i casi erano stati 23.649). I decessi sono 487, contro il dato-monstre di ieri (627) che però risentiva di alcuni recuperi. Le vittime totali da inizio epidemia sono ora 112.861. In calo i ricoveri come ieri: le terapie intensive che sono 20 di meno (ieri -60) con 259 ingressi del giorno, 3.663 in tutto, mentre i ricoveri ordinari calano di 465 unità (ieri -21), per un totale di 28.851. L’andamento dell’epidemia di coronavirus e la mappa dei contagi dicono quindi che:

  • in Veneto ci sono 1241 nuovi contagiati;
  • In Lombardia ci sono 2537 positivi in più;
  • La Campania ha 1933 nuovi casi;
  • La Toscana ha 1153 nuovi casi;
  • L’Emilia-Romagna ha 1175 casi in più;
  • nel Lazio ci sono 1240 positivi;
  • in Alto Adige i nuovi casi sono 124;
  • in Abruzzo ci sono 277 casi nuovi;
  • in Basilicata i nuovi contagi sono 169;
  • l’Umbria ha 172 nuovi positivi;
  • nelle Marche ci sono 490 positivi;
  • in Valle d’Aosta ci sono 54 positivi in più;
  • in Calabria ci sono 503 positivi in più rispetto a ieri;
  • in Piemonte ci sono 1665 nuovi positivi;
  • La Puglia ha 1974 nuovi positivi;
  • in Sardegna ci sono 305 contagi in più;
  • la Liguria ha 387 nuovi positivi;
  • In Sicilia ci sono 1287 positivi in più;
  • in Friuli-Venezia Giulia ci sono 457 nuovi contagi;
  • a Bolzano i nuovi positivi sono 124; 164 i nuovi positivi a Trento;
  • Sono 24 i nuovi positivi in Molise.

Il bollettino sul coronavirus oggi 8 aprile in Pdf

Nel dettaglio della ripartizione regionale, il Veneto registra 1.241 contagi Covid nelle ultime 24 ore, e 24 decessi. Lo riferisce il bollettino della Regione. I nuovi positivi sono il risultato delle analisi di 44.878 tamponi, pari ad una incidenza del 2,76%. Il totale degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 392.294, quello delle vittime a 10.861. Continua a scendere il numero dei soggetti attualmente positivi, 34.139, e si abbassa anche la pressione sugli ospedali. I pazienti Covid ricoverati sono complessivamente 2.268, -200 rispetto al picco registrato il 31 marzo scorso, e 30 in meno nel confronto con la giornata di ieri; in particolare, 1.947 (-28) sono i posti letti letto occupati nei reparti non critici, 321 (-2), quelli nelle terapie intensive. L’indice di contagio Rt in Veneto si è portato a 0,96. Diminuita anche l’incidenza sulla popolazione, a 161,3 ogni 100.000 abitanti.

A fronte di 54.280 tamponi effettuati (di cui 36.447 molecolari e 17.833 antigenici), sono 2.537 i nuovi positivi a Sars-Cov-2 in Lombardia, con un tasso di positività del 4,6 per cento, inferiore al 5,4 di ieri, quando i nuovi casi erano 2.569. Aumentano però i morti: oggi sono 130 (ieri 109), per un totale di 31.503 decessi nella regione da inizio pandemia. Cala il numero di persone ricoverate: in terapia intensiva sono 830, 4 meno di ieri; nei reparti Covid ordinari 6.501, 94 meno di ieri. I guariti/dimessi, infine, sono 2.705.

Sono 387 i nuovi positivi al coronavirus rilevati in Liguria nelle ultime 24 ore, a fronte di 8.965 tamponi, di cui 5.192 molecolari e 3.773 test rapidi antigenici. Il tasso di positivita’ resta sostanzialmente invariato al 4,32%, con una lieve risalita al 7,45% per quanto riguarda i soli tamponi molecolari. In miglioramento i dati nelle province rosse:

Cinque decessi e 305 nuovi contagi su 6.598 test effettuati sono invece i numeri della pandemia in Sardegna, nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale. Dall’inizio dell’emergenza, sono 47.935 i casi di positività al coronavirus complessivamente accertati nell’isola 1.255 le vittime totali. Finora sono stati eseguiti 1.049.497 tamponi, per un incremento complessivo di 6.598 test rispetto al dato precedente. Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna dunque un tasso di positività del 4,6%. Sono invece 302 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+8), 49 (+2) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.848. I guariti sono complessivamente 30.469 (+91), 12 le persone dichiarate guarite clinicamente. Sul territorio, dei 47.935 casi positivi complessivamente accertati, 12.197 (+76) sono stati rilevati nella Citta’ metropolitana di Cagliari, 7.331 (+22) nel Sud Sardegna, 4.126 (+45) a Oristano, 9.458 (+83) a Nuoro, 14.823 (+79) a Sassari.

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 346.820 casi di positività, 1.075 in più rispetto a ieri, su un totale di 30.262 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,6 per cento. Riguardo le vaccinazioni, alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 1.037.637 dosi; sul totale
327.023 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 456 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 377 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 577 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

Oggi nel Lazio su oltre 17 mila tamponi (+3.681) e oltre 21 mila antigenici per un totale di oltre 38 mila test, si registrano 1.240 casi positivi (+159), 37 i decessi (-10) e +1.834 i guariti. Aumentano i casi mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri e sono stabili le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 7%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 500. Nella Asl Roma 1 sono 224 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano undici decessi con patologie – aggiunge D’Amato – Nella Asl Roma 2 sono 240 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano nove decessi con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 90 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie. Nella Asl Roma 4 sono 81 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie.

Cento ricoverati Covid in meno negli ospedali del Piemonte è invece il dato che si ricava dal bollettino dell’Unità di crisi della Regione: -11 in terapia intensiva (totale 346), – 89 negli altri reparti (3.800). I decessi sono 23 (di cui 3 registrati oggi), i nuovi casi positivi 1.661, con un rapporto del 6,7% rispetto ai 24.811 tamponi processati (11.794 antigenici); la quota di asintomatici è del 38%. Continua a crescere il numero dei guariti: oggi +2.761. Le persone in isolamento domiciliare sono 26.247, già attualmente positivi 30.393.

Sale invece al 13,2 per cento il tasso di positività in Puglia che ieri si era fermato al 7,9%: dei 14.895 test processati per accertare l’infezione da coronavirus, 1.974 hanno dato esito positivo.
Meno della metà dei nuovi casi di contagio è stato accertato in provincia di Bari che conta 809 malati di Covid-19 in più in un giorno. Seguono per numero di nuovi contagiati le province di Taranto che registrata 323 nuovi casi, Bat con 249, Foggia con 198, Lecce con 197 e Brindisi con 194. Di altri quattro casi non e’ nota la provincia di residenza. Gli attualmente positivi sono 50.755. Le vittime per l’infezione da Covid sono state 51 di cui 14 in provincia di Bari, 13 in quella di Lecce, 12 nel tarantini, cinque nel foggiano, 4 in provincia di Brindisi e tre nella Bat. I guariti da inizio epidemia sono 149.726: 1.897 in più rispetto a ieri.

Coronavirus, bollettino oggi: i nuovi casi in Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo, Alto Adige

I nuovi casi registrati in Toscana sono 1.153 su 28.229 test di cui 16.513 tamponi molecolari e 11.716 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è del 4,08% sul totale dei tamponi e del 12,1% sulle prime diagnosi. In Alto Adige invece ci sono 124 nuovi casi e 152 ricoveri, oltre che una vittima. Nelle ultime 24 ore sono risultati positivi 76 tamponi pcr su 1.270 effettuati e 48 test antigenici su 10.429 eseguiti. Continua a calare il numero dei ricoveri, sceso in un giorno da 162 a 152, ma tornano a salire i pazienti covid in terapia intensiva (da 22 a 24). Attualmente 3266 altoatesini sono in quarantena.

Sono 1.933, di cui 572 sintomatici, i nuovi positivi al covid in Campania su 21.180 tamponi molecolari esaminati. Il tasso di incidenza è stabile al 9,12% (ieri 9,3). Nel bollettino dell’Unità di crisi si segnalano anche 50 nuove vittime (ieri erano state 66) e 1.979 guariti. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 148 (-1 rispetto a ieri), quelli di degenza 1.605 (-1). Sono 503 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 3.896 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati sottoposti a test 648.897 soggetti per un totale di 691.819 tamponi eseguiti. Le persone risultate positive al coronavirus sono 50.099, quelle negative 598.798. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: dall’inizio dell’emergenza i decessi sono 883 (+11 rispetto a ieri), i ricoveri sono 486 (-5 rispetto a ieri), dei quali 38 in terapia intensiva, i guariti sono 37.427 (+146 rispetto a ieri). I casi confermati oggi sono cosi’ suddivisi: Cosenza 229, Catanzaro 66, Crotone 78, Vibo Valentia 43, Reggio Calabria 87. Gli attualmente positivi sono 11.789.

Nelle Marche nelle ultime 24 ore sono stati testati 5589 tamponi: 2828 nel percorso nuove diagnosi (di cui 804 nello screening con percorso Antigenico) e 2761 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 17,3%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 490 (91 in provincia di Macerata, 149 in provincia di Ancona, 152 in provincia di Pesaro-Urbino, 20 in provincia di Fermo, 63 in provincia di Ascoli Piceno e 15 fuori regione). I contagi comprendono contatti in setting domestico (155), contatti stretti di casi positivi (153), in setting lavorativo (9), in ambiente di vita/socialità (2), in setting assistenziale (6), screening percorso sanitario (1). Per altri 99 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

Sale a 458 il numero di decessi in Basilicata a causa del Covid-19. Ieri sono stati registrati cinque decessi. Sempre ieri sono emersi altri 169 nuovi contagi a fronte di 1440 tamponi molecolari processati. Nella stessa giornata sono state registrate 91 guarigioni di residenti in Basilicata. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane stabili a 179, di cui 10 in terapia intensiva. I lucani attualmente positivi salgono a 4.742 (+71), di cui 4.563 in isolamento domiciliare.

Sono 14.664 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 458 quelle decedute. In calo i ricoverati nelle strutture ospedaliere lucane, sono 179 (-9): al San Carlo di Potenza 35 nel reparto di malattie infettive, 33 in pneumologia, 14 in medicina d’urgenza, 3 in terapia intensiva e 15 in medicina interna Covid; all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera 31 nel reparto di malattie infettive, 18 in pneumologia, 23 in medicina interna Covid e 7 in terapia intensiva. In calo il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva, passato da 12 a 10. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 290.432 tamponi molecolari, di cui 267.540 sono risultati negativi, e sono state testate 172.219 persone.

Sono complessivamente 67155 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 277 nuovi casi (di età compresa tra 2 e 95 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 42, di cui 16 in provincia dell’Aquila, 3 in provincia di Pescara, 15 in provincia di Chieti e 8 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 12 nuovi casi e sale a 2212 (di età compresa tra 43 e 91 anni, 3 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Teramo, 5 in provincia di Pescara, 2 in provincia dell’Aquila e 1 residente fuori regione).

Del totale odierno, 3 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 54656 dimessi/guariti (+375 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10287 (-110 rispetto a ieri).

I nuovi casi di coronavirus in Italia

Tre decessi e 54 nuovi casi positivi al Covid 19 arrivano invece in Valle d’Aosta che portano il totale complessivo di pazienti affetti dal virus da inizio epidemia a 9870. I casi positivi attuali sono 1112, in flessione di 61 unità rispetto a ieri, di cui 59 ricoverati in ospedale, 12 in terapia intensiva, e 1041 in isolamento domiciliare. I sono contenuti nel bollettino di aggiornamento sanitario della Regione. I guariti sono saliti rispetto a ieri di 112 unità a 8324 mentre i tamponi fino ad oggi effettuati sono 101.403, +958, di cui 17.909 processati con test antigienico rapido. In Valle d’Aosta i decessi di persone risultate positive al Covid da inizio emergenza sono 434.

Si registra ancora un calo di ricoverati Covid in Umbria, oggi 338, 19 meno di ieri secondo i dati della Regione. Salgono invece da 42 a 44 i pazienti nelle terapie intensive. Nell’ultimo giorno sono stati registrati 172 nuovi positivi 290 guariti e sette morti. Gli attualmente positivi sono ora 4.334, 125 meno di ieri. Sono stati analizzati 3.479 tamponi e 4.923 test antigenici. Il tasso di positività è del 2 per cento sul totale (ieri 1,38) e del 4,9 sui soli molecolari (ieri 3,5).

“I pazienti positivi al tampone per la ricerca del Sars-CoV 2 sono in totale 219 (-5 rispetto a ieri). Di questi, 37 pazienti (+1 rispetto a ieri) necessitano di terapia intensiva”. E’ quanto si legge nell’odierno bollettino medico diffuso dall’Istituto nazionale per le malattie infettive ‘Lazzaro Spallanzani’ di Roma. “I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali- si legge ancora- sono a questa mattina 2.341”. Intanto sfiorano il milione, per la precisione sono 996.486, le somministrazioni dei vaccini contro il coronavirus effettuate in regione Campania.

A ricevere la prima dose sono stati 723.229 cittadini, mentre in 273.257 hanno raggiunto l’immunizzazione. A fornire il dato è l’Unità di crisi della Regione che nel bollettino quotidiano segnala, in dettaglio, le somministrazioni ricevute dalle diverse ‘categorie’ di cittadini ricordano che “per molte è ancora aperta la piattaforma per le adesioni”.

Intanto l’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato fa sapere a Sky Tg 24 che la regione resterà in zona arancione. Per il Lazio “non ci sarà nessun cambio di fascia, rimarrà arancione. Abbiamo un Rt a 0.9 in lieve diminuzione come i tassi di incidenza su 100mila abitanti. Permane una situazione di pressione sulla rete ospedaliera venendo da un Rt a 1.3 però ci sono le condizioni per rimanere in arancione”.

In Sicilia invece i dati relativi ai casi di Covid-19 del comune di Cinisi sono da zona rossa. Secondo quanto scrive l’Asp di Palermo si è osservata un’incidenza di 259/100.000 abitanti. Dati che sono stati comunicati alla Regione che potrebbe decidere per la zona rossa anche nel Comune. “Al momento i positivi sono 51 di cui 31 in più nelle ultime settimane – dice il sindaco Giangiacomo Palazzolo – L’impressione e che i contagi siano in crescita”. Il sindaco che con un’ordinanza aveva chiuso le scuole le ha dovuto riaprire seguendo le direttive imposte dal governo nazionale.

Il bollettino del coronavirus di ieri, 7 aprile 2021

Il bollettino sul coronavirus di ieri 7 aprile riportava 13.708 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia nelle ultime 24 ore, contro i 7.762 di ieri. Il numero di tamponi effettuati era di 339.939 (contro i 112.962 di ieri). Il numero di decessi era il più alto da molti mesi ed è pari a 627 contro i 421 del giorno prima. L’indice di positività era sceso al 4% (il giorno primaera al 6,9%).

Il bollettino sul coronavirus di ieri 7 aprile in Pdf

Il 7 aprile è diminuito il numero di ricoverati, sia nei reparti ordinari che nelle terapie intensive. Nel primo caso la decrescita è stato pari a 21 unità (ieri era stato di 552), portando il totale a 29.316; nel secondo caso la diminuzione è stata di 60 unità, numero molto superiore a quello del giorno prima (6). Il totale attuale in terapia intensiva ieri era di 3.683 unità.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le destre a pezzi nei Comuni

In autostrada nei giorni da bollino rosso c’è meno traffico rispetto al via vai dei sondaggi sulle prossime amministrative. Nel mazzo c’è anche roba di dubbia provenienza, a uso e consumo dei candidati che commissionano (e pagano) le indagini. D’altra parte, un po’ d’ottimismo fa

Continua »
TV E MEDIA