A Roma è tutta un’altra musica. Torna la rassegna estiva ArtCity a Castel Sant’Angelo: 28 serate fino a settembre tra concerti e arte

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Castello di Roma torna a vivere di notte con musica, arte e spettacolo. Saranno ventotto gli appuntamenti che tra visite guidate, concerti e eventi animeranno l’estate di Castel Sant’Angelo a partire da stasera fino all’8 settembre, in una cornice tra le più suggestive del mondo. ArtCity, la rassegna organizzata dal Polo Museale del Lazio, trasformerà il cortile di Alessandro VI all’interno del Museo Nazionale in un palcoscenico ricco di appuntamenti culturali che coinvolgeranno grandi e piccoli. Il tutto seguendo la missione di rilanciare il valore artistico dell’opera in un luogo che della storia ha imbevuto in ogni mattone. Quest’anno, pur conservando la cifra distintiva della musica e dei concerti, curati come sempre da Ernesto Assante, e delle visite guidate a tema, la proposta si amplia ancora di più con una rassegna di teatro interamente dedicata ai bambini e alle loro famiglie. Sono tre infatti i macro-progetti in cartellone. Assante curerà Notti di musica al Castello, una serie di concerti in acustico che vogliono essere autoritratti musicali dei protagonisti. I musicisti si esibiranno in una performance inedita e originale con cui far vivere al pubblico un evento personale. E tra i nomi attesi ci sono il violinista Federico Mecozzi, il duo Daniele Di Bonaventura & Giovanni Ceccarelli e tanti altri nomi della musica classica e contemporanea. Una rassegna sui generis, dunque, dove protagonista è proprio la dimensione personale dell’evento.

TRA PALCO E REALTÀ. Ma l’estate a Castel Sant’Angelo riserva uno spazio privilegiato anche al pianoforte, strumento di straordinaria versatilità, antico e sempre modernissimo, carico di storia ma sempre attuale. Da questa idea, infatti nasce Pianissimo che porterà in scena alcuni dei migliori giovani pianisti italiani e internazionali: da Francesco Taskayali a Franco D’Andrea  fino ad Alessandro Taverna. E poi non poteva mancare un progetto dedicato, appunto, ai bambini dai 3 ai 10 anni e alle loro famiglie che proporrà una modalità innovativa per vivere il patrimonio storico, artistico e architettonico del Polo Museale del Lazio attraverso l’incontro con le arti sceniche. Sette modi diversi per visitare e conoscere il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo e sette spettacoli indirizzati alle nuove generazioni. Ogni appuntamento prevede due percorsi di visita mirati in contemporanea: uno pensato per i bambini e uno dedicato agli adulti che li accompagnano. Nelle Sere d’Arte il pubblico avrà la possibilità di immergersi in questa storia millenaria attraverso una serie di iniziative nuove e divertenti. Insomma tantissime attività pensate su misura, capaci di sfruttare l’attitudine a vivere nuove esperienze che le persone vogliono assaporare soprattutto d’estate.