Aereo russo caduto in Sinai, Putin rompe gli indugi: “è stato un attentato. Puniremo i responsabili, li cercheremo in ogni parte del pianeta”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Russia finora non si erano mai sbottonati. Ora, invece, il Presidente russo, Vladimir Putin conferma che l’aereo russo Metrojet si è schiantato nel Sinai a causa di un attentato. “Chiedo a tutti i servizi speciali di trovare i responsabili di questo atto terroristico”, ha detto Putin, “Li cercheremo in ogni posto del pianeta e li puniremo. Contiamo sull’aiuto dei nostri alleati. Il lavoro dell’aviazione russa in Siria non solo deve continuare, ma deve essere intensificato, perché questi criminali devono capire che la vendetta è inevitabile”.” Dopo un incontro con Putin, il capo del Fsb, Alexander Bortnikov, ha confermato l’ipotesi di una bomba. Nello schianto dell’aereo russo in Sinai sono morte 224 persone.