Affari sindacali senza fine. Adesso la Cisl si mette a vendere polizze assicurative di Generali con una società nuova di zecca. A rischio di conflitto d’interessi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Stefano Sansonetti

Il nome è a dir poco ambizioso e viene preso direttamente dal greco antico: Aletheia, che può essere tradotto con “rivelazione” o “verità”. Di sicuro Aletheia Assicurazioni è il nome di una società nuova di zecca che va a inserirsi nel già affollato mondo “imprenditoriale” che dipende dalla Cisl, il sindacato da poco guidato da Annamaria Furlan. In questo caso a dar vita alla nuova iniziativa è la Fiba, ovvero la federazione del sindacato di via Po che rappresenta i lavoratori del settore bancario e assicurativo. La Aletheia Assicurazioni, a quanto pare, si occuperà di vendere agli iscritti polizze assicurative. Il tutto su mandato delle Generali, il colosso assicurativo-bancario quotato in borsa. Situazione destinata come minimo a far riflettere, se si considera che spesso e volentieri la Fiba agisce come controparte di Generali nelle varie partire sindacali. Adesso, invece, con la costituzione della nuova società viene a certificare una sorta di “business” con lo stesso gruppo assicurativo. Ma tant’è. Tra l’altro è appena il caso di ricordare come in casa Cisl ci sia un’attenzione a dir poco insistente sul settore delle assicurazioni. Il sindacato di via Po, infatti, già controlla il 50% di una società che si chiama Marte Broker di Assicurazioni, anche in questo caso un’azienda che vende polizze sfruttando la rete dei Caf e della Federazione dei pensionati.

LA GENESI
Rimane il fatto che l’ultima nata è l’Aletheia Assicurazioni, costituita il 18 settembre scorso (un po’ prima dell’ascesa al vertice della Furlan). Nell’oggetto sociale è riportato innanzitutto “l’espletamento di mandati d’agenzia conferiti da compagnie di assicurazione e l’attività di intermediazione assicurativa”. L’interlocutore prescelto, come detto, è Generali. Le coperture assicurative offerte, a quanto filtra, riguarderanno i rischi legati all’attività lavorativa (Rc professionale), ma anche quelli relativi alla famiglia (Rc auto, Rc professionale, Kasko). Il capitale della Aletheia Assicurazioni fa capo al 49% a Maurilio D’Angelo, che è anche presidente della società, e per il 51% alla Aletheia, società di servizi e convenzioni a sua volta controllata al 100% proprio dalla Fiba. Nel consiglio di amministrazione della nuova società assicuratrice il personaggio di spicco è senz’altro Piercesare Bottegal, che è anche presidente della controllante Aletheia e capo del dipartimento operativo della Fiba. Naturalmente la Aletheia Assicurazioni, vista la giovanissima età, non ha ancora nessun bilancio all’attivo. Diversa la situazione della controllante Aletheia, che pure è da considerarsi giovane, dal momento che è stata costituita il 21 marzo del 2012. Il primo vero esercizio della società che cura le convenzioni della Fiba, relativo al 2013, ha chiuso con ricavi per 412 mila euro e un utile di 10 mila. Ma si tratta di attività che soltanto nei prossimi anni potranno essere valutate con più completezza. Di certo questa nuova iniziativa imprenditoriale della Fiba, federazione guidata da Giulio Romani, non rappresenta un unicum assicurativo nell’eterogeneo mondo della Cisl. Si dà infatti il caso che dagli archivi della camera di commercio il sindacato di via Po risulti controllare ancora il 50% della Marte Broker di Assicurazioni.

IL PRECEDENTE
Si tratta di una società la cui attività, come ha raccontato La Notizia del 28 marzo scorso, consiste nel vendere polizze agli iscritti al sindacato sfruttando la rete dei Caf e quella fornita dalla Federazione pensionati. I ricavi 2013 della Marte si sono attestati sui 2,2 milioni di euro, di fatto raddoppiando il volume d’affari che era stato fatto segnare soltanto due anni prima, a fine 2011. Il restante 50% del capitale, invece, fa capo al Gruppo Gpa, che risulta in liquidazione. All’inizio dell’avventura di Marte, cominciata nel 2007, era di fatto il socio “tecnico-industriale” della Cisl, in pratica quello che finora ha messo a disposizione il suo know-how assicurativo. Dietro al gruppo Gpa fino a qualche mese fa risultavano la famiglia Occhipinti, UnpolSai e Vittoria Assicurazioni.

Twitter: @SSansonetti