Afghanistan, commando di terroristi assalta la sede di Save the Children. Prima l’attacco kamikaze con un’autobomba, poi l’ingresso degli uomini armati. Un morto, decine i feriti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Attacco kamikaze contro la sede di Save the Children in Afghanistan. C’è una vittima e anche 11 feriti nell’attacco all’organizzazione non governativa, a Jalalabad, capitale della provincia orientale afghana di Nangarhar.

Un kamikaze a bordo di una vettura imbottita di esplosivo si è fatto esplodere all’entrata dell’edifcio. Subito dopo hanno fatto irruzioni alcuni terroristi sparando all’impazzata. Tre componenti del commando sarebbero stati uccisi, mentre gli altri si sono barricati all’interno della sede di Save the Children.

Molte automibili in fiamme davanti all’ufficio dell’organizzazione non governativa. Uno dei testimoni ha raccontato dell’espolosione, probabilmente un’autobomba, prima dell’ingresso degli uomini armati. Lì è iniziata la grande fuga con gente che è scappata anche dalle finestre. Il bilancio, purtroppo, potrebbe non essere definitivo.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA