Afghanistan, Di Maio: “La situazione è tragica, ma non abbandoneremo il popolo afghano. Porteremo avanti progetti di cooperazione per tutelare i diritti”

Afghanistan Di Maio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“La situazione in Afghanistan è tragica, ma non abbandoneremo il popolo afghano”, ha ribadito ieri sera, nel corso dello speciale Afghanistan su Radiouno Rai il ministro degli esteri Luigi Di Maio a proposito della crisi afghana. Dopo il ritiro dei militari italiani, “porteremo avanti progetti di cooperazione per tutelare i diritti delle donne, dei bambini e dei cittadini in genere”.

“E’ una situazione tragica – ha poi aggiunto Di Maio – ed è nostro preciso dovere tenere la linea della collaborazione con il popolo afghano per aiutare a tutelare i loro diritti facendo quello che poi l’Italia sa fare meglio, cooperazione allo sviluppo con progetti che aiutino la società civile”.

“In questo momento il volo dell’aeronautica militare con a bordo i nostri connazionali e’ partito da Kabul”, ha annunciato ieri sera il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a RadioUno Rai. “A bordo non solo il personale dell’ambasciata, della Agenzia per la cooperazione allo sviluppo, ma anche nostri connazionali che erano in Afghanistan e hanno risposto alla chiamata della Farnesina per tornare in Italia”.

Il ministro degli Esteri ha aggiunto: “Devo sottolineare lo sforzo messo in atto in queste ore del corpo diplomatico, del ministero della difesa, delll’intelligence, il nostro obiettivo è stato mettere in sicurezza il personale dell’ambasciata e tutti gli italiani che hanno risposto al nostro appello, la nostra priorità è proteggere gli italiani coinvolti”.

Leggi anche: Kabul è nelle mani dei talebani. Proclamato l’Emirato islamico dell’Afghanistan. Rientrano oggi i primi italiani. Gli Usa assumono il controllo dell’aeroporto.