Afroamericano ucciso dalla polizia nel Michigan: il video choc

Afroamericano ucciso dalla polizia nel Michigan
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Afroamericano ucciso dalla polizia nel Michigan: in seguito all’accaduto, le forze dell’ordine hanno diffuso il video choc.

Afroamericano ucciso dalla polizia nel Michigan

Il 4 aprile 2022, un agente di polizia ha ucciso con un colpo di pistola alla nuca Patrick Loyola. La vittima, un afroamericano di 26 anni, era stato fermato per un controllo stradale. Il drammatico episodio è avvenuto in Michigan, negli Stati Uniti d’America.

A circa dieci giorni dall’accaduto, il dipartimento di polizia di Grand Rapids, in Michigan, ha diffuso foto e video che mostrano l’uccisione del giovane uomo.

In seguito alla condivisione delle immagini, centinaia di cittadini sono scese in piazza, invocando giustizia per Patrick Loyola e protestando per il nuovo caso di un afroamericano ucciso dalla polizia nel Michigan. I manifestanti, poi, si sono recati presso il quartier generale della polizia e si sono fermati dinanzi all’edificio al grido di “No justice no peace” e di “Black Lives Matter”, motto del movimento per i diritti dei neri di cui è divenuto simbolo George Floyd, l’afroamericano soffocato a morte da un poliziotto a Minneapolis nel 2020.

Il video choc che mostra la morte di Patrick Loyola

Per quanto riguarda la morte di Parick Loyola, il video diffuso mostra il 26enne afroamericano ucciso dalla polizia nel Michigan disteso a terra mentre un poliziotto bianco lo tiene giù, puntandogli una gamba sulla schiena.

Tra i due uomini era in corso una colluttazione per il taser che era stato estratto dall’agente dopo aver fermato Loyola per un controllo stradale. Durante quella che è stata descritta dalla polizia come “una lunga lotta”, il poliziotto ha urlato “lascialo, lascia il teaser”. Subito dopo, ha estratto la pistola e ha sparato al 26enne alla nuca.

Al momento, le generalità dell’agente che ha commesso l’omicidio non sono ancora state rivelate. Secondo quanto riferito dal capo della polizia Eric Winstrom, queste verranno comunicate pubblicamente soltanto nel caso in cui il poliziotto dovesse essere incriminato. Il capo della polizia, inoltre, ha precisato: “Durante lo scontro, l’agente ha sparato. Sarà trattato come chiunque altro”.

Intanto, il poliziotto è stato posto in congedo retribuito e i suoi poteri di polizia sono stati sospesi.