Alle amministrative il Centrodestra va in frantumi, Matteo e Giorgia sempre più ai ferri corti

Alle prossime amministrative in molti comuni Lega e Fratelli d'Italia supporteranno candidati diversi. E tra i due leader è scambio di accuse

Sono lontani i tempi in cui il centrodestra poteva definirsi una coalizione granitica e con un leader ben identificato. Un miraggio che si è sgretolato definitivamente con le prossime amministrative dove, in diversi comuni, Fratelli d’Italia e Lega supporteranno candidati rivali. Una spaccatura che non può più essere celata e che Matteo Salvini imputa agli alleati-rivali di Fratelli d’Italia.

PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI GIORGIA MELONI

CENTRODESTRA DIVISO SU TUTTO

Ma Giorgia Meloni respinge questa ricostruzione che vede FdI come unica responsabile della divisione del centrodestra. Per la leader questa è “una lettura un po’ distorta, francamente” e per questo consiglia al leghista “maggiore prudenza” nelle dichiarazioni. “Ci sono dei comuni nei quali FdI ha fatto una scelta diversa da Lega e Forza Italia, comuni in cui la Lega ha fatto una scelta diversa e comuni nei quali Forza Italia ha fatto una scelta diversa. Per cui adesso che la responsabilità sia solo nostra…” spiega Giorgia. Ma la leader è un fiume in piena: “Qualcuno mi dica di Forza Italia a Verona o della Lega a Messina, perché io sto sostenendo un candidato di Forza Italia e loro hanno fatto un’altra scelta con De Luca. Non mi pare che si possano trattare le questioni cosi”. A suo dire la situazione è semplice: “In alcuni casi non siamo riusciti per ragioni che sono territoriali, anche di rapporti” mentre “in alcune città non siamo riusciti a trovare una quadra, ma non mi pare per responsabilità di Fratelli d’Italia”.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 16:06
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram