Altra tegola sui Dem. Il sindaco di Salerno De Luca condannato a un anno per abuso d’ufficio. Ed è candidato alle primarie per la regione Campania

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, è stato condannato in primo grado a un anno di reclusione dai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Salerno per il reato di abuso d’ufficio. De Luca, candidato alle primarie Pd per la Regione Campania, è stato anche interdetto per un anno dai pubblici uffici. I giudici hanno concesso la sospensione della pena. Il sindaco era imputato nel processo per la nomina a project manager del suo capo staff Alberto Di Lorenzo nell’ambito della realizzazione di un termovalorizzatore a Cupa Siglia, nella periferia di Salerno. Ad emettere la sentenza dopo sei ore di camera di consiglio è stato in serata il presidente della seconda sezione penale, Ubaldo Perrotta.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA