America violenta. In Ohio la polizia uccide un ragazzo di 13 anni, aveva con sé una pistola ad aria compressa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un altro giovane afroamericano è stato ucciso dalla polizia negli Stati Uniti. L’ennesima morte violenta è avvenuta questa volta in Ohio. La vittima è Tyree King, un ragazzo di 13 anni, colpito da più proiettili esplosi dagli agenti, mentre cercava di scappare. I poliziotti hanno sparato quando hanno visto che il giovane aveva tirato fuori una pistola, che solo dopo però è risultata essere ad aria compresa.

La pattuglia era intervenuta in zona dopo l’allarme lanciato per una presunta rapina a mano armata. I tre sospettati – tra cui Tyree King – sono stati intercettati, ma hanno tentato la fuga. Il 13nne è stato anche trasportato in ospedale, ma le sue condizioni sono apparse critiche fin dall’inizio: i medici hanno solo potuto constatare il decesso. L’episodio rischia comunque di acuire le tensioni sociali.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA