Italia off limits per gli americani. Gli Usa innalzano al massimo il livello di rischio per Covid e terrorismo

Usa Covid-19
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Gli Stati Uniti raccomandano ai connazionali di “non viaggiare” in Italia elevando a livello massimo – il 4 – il rischio per Covid-19, così come fatto con l’80% dei Paesi mondiali. A riferirlo è il sito dell’Ambasciata Usa a Roma, dove compare un Travel Advisory datato 20 aprile.

“L’Italia – si legge in un ulteriore avviso diffuso oggi – ha confermato casi di COVID-19 all’interno dei suoi confini. Il Dipartimento di Stato ha emesso un avviso di viaggio di livello 4 per l’Italia raccomandando ai viaggiatori di evitare tutti i viaggi non essenziali in Italia”.

“Inoltre – riferisce ancora l’Ambasciata Usa a Roma -, i Centri per il controllo delle malattie (CDC) hanno emesso un avviso sanitario di viaggio di livello 4 per l’Italia a causa delle preoccupazioni COVID-19 e allo stesso modo raccomanda ai viaggiatori di rinviare tutti i viaggi non essenziali in Italia”.

Nello stesso avviso si ricorda agli americani di usare “maggiore cautela” contro il rischio potenziale di attentati terroristici sul suolo italiano, ribadendo le indicazioni già diffuse negli anni scorsi dal dipartimento di Stato Usa dopo gli attacchi terroristici in Europa.

“L’Italia – avvisa l’Ambasciata di via Veneto – ha un rischio di vecchia data rappresentato da gruppi terroristici, che continuano a tramare possibili attacchi in Italia. I terroristi possono attaccare con poco o nessun preavviso, prendendo di mira località turistiche, snodi di trasporto, mercati, centri commerciali, strutture governative locali, hotel, club, ristoranti, luoghi di culto, parchi, grandi eventi sportivi e culturali, istituzioni educative, aeroporti e altro aree pubbliche”.

Leggi anche: 21 aprile, il bollettino sul coronavirus di oggi in Italia: 13.844 contagiati, 364 morti, 20.552 guariti.