Borse europee in recupero

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Borse europee in recupero in avvio dopo la frenata della vigilia, innescata dai timori per l’economia europea e dalla notizia delle difficolta’ della famiglia azionista dell’istituto portoghese, Banco Espirito Santo. Nella notte i vertici della banca pero’ hanno cercato di rassicurare i mercati indicando che l’esposizione esatta verso le societa’ della famiglia, pari a 1,18 miliardi di euro. Sulle prime battute Milano sale dello 0,73%, Parigi dello 0,35% e Francoforte dello 0,15%. Va bene anche Londra (+0,24%), cosi’ come Madrid e Lisbona che guadagnano mezzo punto percentuale. Nella Piazza portoghese sono state vietate le vendite allo scoperto di titoli del Banco Espirito Santo.

A Piazza Affari tentano di rimbalzare le azioni delle banche con Ubi e Bpm che guidano la tendenza, mettendo a segno un guadagno superiore al 2%. Telecom Italia e’ partita in calo di mezzo punto percentuale e poi si e’ potata sulla parita’, all’indomani delle dichiarazioni del presidente, Giuseppe Recchi, che ha rassicurato sulla cessione di Telecom Argentina, che procedera’ nei tempi previsti, e ha inoltre ribadito la strategicita’ di Tim Brasil. Sul fronte dei cambi l’euro passa di mano a 1,3601 dollari (ieri a 1,3603 dollari) e a 137,79 yen (137,74), mentre il dollaro-yen si attesta esattamente sul valore di ieri a 101,29. Il petrolio (wti) con consegna di riferimento ad agosto cede lo 0,32% attestandosi a 102,57 dollari al barile.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra i 5S e il ponte

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA