Arancia meccanica a Lanciano. Arrestati tre dei rapinatori che hanno assaltato la villa di un chirurgo riducendolo in fin di vita. Sono tre cittadini romeni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Fermata la banda di assalitori che a Lanciano ha ridotto in fin di vita il chirurgo Carlo Martelli e tagliato il lobo alla moglie Niva Bazzan. I carabinieri, la notte scorsa, hanno arrestato tre cittadini romeni che stavano scappando dalla zona. I tre erano finiti già sotto la lente per verificare l’eventuale coinvolgimento in precedenti colpi messi a segno, tanto che la loro macchina era già finita sotto il controllo delle forze dell’ordine.

I carabinieri li hanno bloccati intorno alla mezzanotte nelle campagne di Lanciano. Sono stati ritrovati anche i soldi e giubbini che hanno permesso di individuarli e collegarli alla rapina in villa. La stessa banda sarebbe ricercata anche per altre rapine.  Gli arrestati sarebbero due fratelli e un cugino di nazionalità romena, di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Ora al commissariato della polizia di Lanciano è stata appena portata con il carro attrezzi l’auto utilizzata dalla banda: si tratta di una Golf di colore blu di targa romena. La macchina è danneggiata.

Risulta ancora ricercato il presunto capo della banda. Ma non è escluso che possano essere coinvolte anche altre persone. Immediato il commento su Facebook del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha espresso soddisfazione per gli arresti.