Arrivano i Marines. Non solo mafia, nelle scuole si esalta pure la guerra. Bufera su un istituto elementare di Messina che invita i militari Usa

Una scuola elementare in provincia di Messina ha pensato bene di offrire ai propri alunni organizzando uno “sbarco” dei Marines.

Ad accorgersene è stato il giornalista Antonio Mazzeo, che di armi e di pace se ne occupa da sempre, leggendo la Gazzetta Jonica: una scuola elementare a Santa Resa Riva, in provincia di Messina, ha pensato bene di offrire ai propri alunni la lezione di guerra organizzando uno “sbarco” dei Marines della base di Sigonella.

Arrivano i Marines. Non solo mafia, nelle scuole si esalta pure la guerra. Bufera su un istituto elementare di Messina che invita i militari Usa

Bufera su un istituto elementare di Messina che ha invitato i Marines a tenere una lezione

Nel giornale locale si legge proprio così: “I Marines della base Sigonella di Catania sbarcheranno a Santa Teresa di Riva per “istruire” gli alunni delle quarte classi, dei sei plessi, della scuola primaria”. “I bambini – aggiunge la testata – saranno riuniti nello spiazzo antistante la direzione didattica, con il dirigente Mariagrazia D’Amico, e dalle 10,30 in poi dialogheranno con in Marines. La cosa originale è che dovranno parlare in inglese e questo servirà molto a migliorare il loro apprendimento linguistico”.

Appare perlomeno curioso che per l’apprendimento della lingua inglese debba essere impartito da un corpo militare, per di più di un Paese straniero e certo la vicinanza della guerra in Ucraina (che straripa su tutti i giornali e telegiornali) non aiuta a rasserenare l’iniziativa. Per questo Antonio Mazzeo ha chiesto ieri che “il Ministero dell’istruzione e l’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia” intervenissero immediatamente per bloccare l’immane vergogna “educativa” organizzata in una scuola elementare a Santa Teresa Riva (Messina) e avviare un’ispezione contro la dirigente scolastica”.

La scuola, da canto suo, ha spiegato che l’iniziativa avrebbe dovuto essere un approfondimento linguistico poiché i bambini avrebbero dovuto “parlare in inglese e questo servirà molto a migliorare il loro apprendimento linguistico”. Le conversazioni tra i militari americani e gli alunni delle quarte classi elementari di Santa Teresa di Riva – scriveva ieri la scuola. toccheranno diversi punti di cultura generale”.

Qualcuno però deve aver riconosciuto che l’idea non fosse così brillante come è stata presentata. E così in serata ieri è arrivato il dimesso comunicato: “Si precisa che il progetto “Community Relation” è un progetto interculturale volto all’apprendimento della lingua straniera, e comunque l’incontro previsto per domani 24 maggio (oggi, ndr) non sarà fatto”. Sbarco rinviato, per ora.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 14:05
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram