Arrivano i nubifragi. Primavera addio fino a sabato: le previsioni meteo annunciano forte maltempo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Battuta d’arresto per una primavera che in questo mese di aprile ha fatto più di qualche capriccio. Le previsioni meteo annunciano infatti l’arrivo di un forte maltempo sull’Italia nelle prossime 48 ore. Sulle regioni settentrionali sono già arrivate le piogge, talvolta anche di forte intensità, mentre sul resto della Penisola è aumentata la nuvolosità portata da venti molto forti. Insomma, un altro ponte, quello dell’1 maggio, viene anticipato da tempo brutto. Ma la tendenza per il fine settimana è quella di un miglioramento. Le temperature comunque subiranno una variazione non fortissima: le massime resteranno intorno ai 20°C e le minine sopra i 10°C, a causa di correnti umide.

Le previsioni meteo nel dettaglio

La situazione sull’Italia è quella di un maltempo diffuso nella giornata di domani, giovedì 27 aprile, al Nord e al Centro: sulle Alpi tornerà a cadere la neve. Sulle regioni meridionali, invece, ci sarà maggiore variabilità, ma solo con precipitazioni a carattere locale. I nubifragi più forti interesseranno il versante tirrenico: atteso anche qualche temporale su Roma. Per venerdì 28 aprile è previsto un parziale miglioramento: le condizioni di instabilità prevarranno ancora sulle regioni settentrionali e centrali, ma con fenomeni piovaschi in attenuazione.

Sabato 29 aprile il cielo sarà sereno o poco nuvoloso su tutta la Penisola, salvo possibili temporali a carattere locale sulle zone interne del centro-nord. Stesso trend è atteso per domenica 30 aprile: tempo stabile con temperature sotto i 20°C nei valori massimi di quasi tutte le città italiane. Infine, arriva una buona notizia: per l’1 maggio il cielo sarà sereno dappertutto. Ma prima di cantare vittoria è bene attendere le previsioni meteo più aggiornate.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA