Attentato a Gerusalemme. L’obiettivo era la spianata delle moschee: uccisi i tre assalitori

Attentato a Gerusalemme. L'obiettivo era la spianata delle moschee: uccisi i tre assalitori

Ancora un attentato, questa volta a Gerusalemme,  nella spianata delle moschee nei pressi della Porta dei Leoni della Città Vecchia. Tre le persone ferite, di cui due più gravi. “I terroristi sono stati neutralizzati”, ha aggiunto una portavoce militare, specificando che sono stati uccisi. Si tratterebbe di tre assalitori palestinesi ma ancora non ci sono conferme ufficiali. Non è chiaro come le armi, due fucili e una pistola ritrovate sui corpi degli aggressori, siano state trafugate all’interno della Spianata. Area che è stata subito chiusa.

Attentato a Gerusalemme. L’obiettivo era la spianata delle moschee: uccisi i tre assalitori

Da parte loro i servizi di emergenza aggiungono che i feriti sono israeliani e sarebbero appartenenti alle forze dell’ordine israeliane. Due di loro sono in condizioni gravi.

E intanto la security israeliana ha deciso di cancellare le preghiere musulmane del venerdì al Monte del Tempio, una decisione che non veniva presa da anni. L’area è il luogo più sacro dell’ebraismo e il terzo più sacro nell’Islam, dopo la Mecca e la Medina in Arabia Saudita.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram