Avvio di seduta con il segno meno per la Borsa di Milano (-0,15%). Lo spread apre a quota 248 punti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Avvio di seduta con il segno meno questa mattina per la Borsa di Milano dopo i primi scambi. Attesa per la decisione che verrà adottata dalla Bce per un possibile nuovo aiuto alle banche a sostegno dell’economia. L’indice Ftse Mib, alla prima rilevazione segna un -0,15% a quota 20.820 punti, mentre l’Ftse All Share cede lo 0,14% a 22.905 punti. In ribasso anche l’Ftse Star, che lascia sul terreno lo 0,33% a quota 34.440 punti. Intanto lo spread fra Btp e Bund tedeschi apre a quota 248 punti, con il rendimento del decennale al 2,62. Male Amplifon (-2,1%), Cnh (-1,6%), Fca (-0,4%), Exor e Ferrari (-0,5%). Soffre anche il settore finanziario: Bper (-0,7%), Unicredit (-0,6%), Unipol (-0,5%), Ubi (-0,4%) e Intesa (-0,1%). In controtendenza Mps (+0,3%). Si muovono in terreno positivo Snam (+0,4%), Italgas (+0,6%), Tim (+0,7%), debole Mediaset (-0,1%).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA