Azzolina: “Oggi gli studenti della Campania non sono nelle aule ma in giro nei centri commerciali e non credo siano luoghi più sicuri delle scuole”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il ministro della scuola da solo non può impugnare un provvedimento regionale, e non ho il potere di aprire o chiudere le scuole, la decisione. Eventualmente sarà di tutto il governo. Il mio problema ora sono gli studenti”. E’ quanto ha detto la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, tornando a parlare dell’ordinanza di chiusura delle scuole firmata ieri dal governatore Vincenzo De Luca. “La scuola è una priorità per il paese? Per me è una priorità assoluta. Le scuole chiuse – ha aggiunto l’esponente dell’Esecutivo – rischiano di allargare il divario sociale. Non ho sentito il governatore De Luca ma sono disponibile a dialogare con tutti ma chiedo che ci sia la massima attenzione alle nuove generazione. Chiusure le scuole in Campania? Io guardo i dati e i dati ci dicono che le scuole sono posti sicuri. Oggi gli studenti della Campania non sono nelle aule ma in giro nei centri commerciali, e non credo che questi siano luoghi più sicuri delle scuole”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA