Barriera antimigranti, l’Austria apre il cantiere sul Brennero. Muro preventivo in caso di flussi eccessivi dall’Italia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’Austria volta le spalle ai migranti assestando un ceffone in pieno volto all’Europa che predica accoglienza. Sono cominciati oggi, infatti, i lavori per la costruzione di una barriera che va a limitare l’accesso nel proprio territorio ai migranti provenienti dall’Italia in caso di necessità. Il progetto prevede una struttura lunga ben 250 metri che comprenderà l’autostrada, come anche la strada statale. Per avviare i lavori sono stati smontati i guardrail.

DURI CONTROLLI – Imminente l’allestimento di un centro per la registrazione. Entro fine maggio dovrebbero partire, secondo il cronoprogramma stilato da Vienna, i controlli al dettaglio. La decisione finale spetterà poi al ministero degli Interni austriaco. Per quanto riguarda i controlli del traffico leggero e pesante verranno effettuati all’interno di un parcheggio al nord del confine austriaco. La decisione austriaca è stata accolta con enorme stupore e dispiacere dal Governo italiano che ha assunto una posizione durissima. Una sorta di condivisione per il progetto traspare, invece, dalle dichiarazioni di alcuni esponenti della Lega. Massimiliano Fedriga, capogruppo del Carroccio a Montecitorio, ha commentato: “Anch’io non mi fiderei del governo italiano visto come Renzi e Alfano stanno gestendo l’immigrazione

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA