Battista Della Chiave: cosa ha detto a Chi l’ha visto? il testimone sordomuto del caso di Denise Pipitone

battista della chiave
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il testimone Battista Della Chiave, sordomuto, ieri ha raccontato a Chi l’ha visto? che Denise Pipitone è stata “rapita e portata su una barca, con uno scooter poi buttato in mare”. E poi: “Mangiò ma non volle bere”.

Battista Della Chiave: cosa ha detto a Chi l’ha visto? il testimone sordomuto del caso di Denise Pipitone

Battista Della Chiave nel 2004 lavorava nel magazzino da dove è partita la telefonata ad Anna Corona ma a “Chi l’ha visto” è emersa una nuova ipotesi. Gli esperti della trasmissione di Rai 3 hanno esaminato la sua testimonianza del 5 marzo 2013 e hanno scoperto che le sue parole potrebbero essere state fraintese. L‘interprete della Procura, secondo i periti di “Chi l’ha visto”, non sarebbe stata compresa da Battista Della Chiave. “La persona sorda in questione capiva male l’interprete. Non c’è stato un adeguamento dialettale”, ha chiarito il perito della trasmissione di Rai 3.

Battista, presunto testimone oculare, avrebbe raccontato del rapimento di Denise. Secondo i nuovi periti, il testimone avrebbe detto: “Hanno rapito la bambina, superato un cavalcavia e la piccola sarebbe stata portata con una motocicletta e poi nascosta dentro una barca con i remi sotto una coperta e sono andati via”. La bambina, secondo Battista Della Chiave, “stava piangendo e sono andati via. Gli avrei voluto tanto sparare ma non potevo, mi avrebbero portato in galera. Se avessi sparato a quell’uomo, ero finito”. C’era anche un secondo uomo, secondo Battista Della Chiave, che aveva 25 anni. Questa testimonianza, però, sarebbe passata inosservata all’epoca. Lo scooter, secondo i nuovi interpreti, sarebbe stato buttato in mare.