Beirut, sale a oltre 135 il bilancio delle vittime. Oltre cinquemila i feriti. La Ue attiva il meccanismo di protezione civile. In arrivo in Libano pompieri e attrezzature Usar

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ salito ad almeno 135 morti, circa 5.000 feriti e 80 dispersi il bilancio delle vittime delle esplosioni di ieri a Beirut. Lo ha reso noto il ministro libanese della Salute, come riferito dai media locali. Il commissario europeo alla gestione delle crisi, Janez Lenarcic, ha annunciato che l’Ue ha attivato il meccanismo di protezione civile in seguito alla richiesta delle autorità libanesi e coordinerà l’invio urgente di 100 pompieri altamente qualificati, con veicoli, cani ed attrezzature specializzati nella ricerca e salvataggio in zone urbane. Mentre Olanda, Grecia e Repubblica Ceca hanno già confermato la loro partecipazione insieme a Italia, Francia, Polonia e Germania.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA