Berlusconi attacca i magistrati e santifica Craxi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Craxi fu un uomo buono, giusto e molto generoso”, parola di Silvio Berlusconi in occasione della presentazione del libro  “Bettino Craxi dunque colpevole”. Un libro (di Nicolò Amato) di cui Berlusconi ha letto soltanto le prime trenta pagine perché il resto “lo leggerò quando sarò in galera e avrò molto tempo a disposizione… Ci salva solo un po’ di ironia in una situazione drammatica”.

Non si è arricchito lasciando la sua famiglia non in una situazione agiata ma neanche nel benessere…”, ha affermato il Cav che poi è tornato ad attaccare la magistratura. Siamo in un quadro drammatico” perché, “l’Italia non è una democrazia”C’è un ordine dello Stato composto da funzionari a cui è stato conferito il potere di togliere la libertà che si è trasformato in contropotere dello Stato”, ha aggiunto.