La Svizzera mette fine al segreto bancario. C’è l’accordo fiscale con Italia. Lo Stato spera di far rientrare capitali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sparisce il segreto bancario tra Italia e Svizzera dopo che i due Paesi hanno firmato l’accordo in materia fiscale. A suggellare l’accordo la firma del ministro Pier Carlo Padoan e del consigliere federale Eveline Widmer Schlumpf.
L’accordo pone le condizioni per la fine del segreto bancario fra i due Paesi e permette alla Svizzera di uscire dalla black list fiscale-finanziaria, quella dei cosiddetti paradisi fiscali. Incentivi per il rientro volontario dei capitali in Italia, scambio di informazioni (adeguato agli standard Ocse). Per fare entrare in vigore l’accordo, però, è necessario che venga ratificato da entrambi i parlamenti al massimo in due anni. All’estero vi è un tesoretto italiano di 150 miliardi non denunciati o solo parzialmente conosciuti. Accordo in materia fiscale raggiunto anche con il Liechtenstein.