Bomba d’acqua e fango colpisce le marche

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

A Sinigallia un uomo è morto dopo un arresto cardiaco perché l’ambulanza non ha potuto raggiungerlo: le strade, infatti, erano bloccate da fiumi di fango e acqua. Sul posto è arrivata un’eliambulanza: il medico si è calato con un verricello per prestare soccorso, ma era troppo tardi.

La vittima, Nicola Rossi, aveva 86 anni. Viveva a Roncitelli, frazione di Senigallia: si è sentito male e i familiari hanno chiamato il 118, ma, come in altre zone del circondario, i soccorsi via terra erano resi impossibili dalle condizioni delle strade.

”Non escludiamo che nella zona di Senigallia ci siano altre vittime, stiamo verificando una voce che si è diffusa in queste ore” dice il dirigente della Protezione civile delle Marche Roberto Oreficini, che coordina gli interventi per l’alluvione che ha colpito la regione, in particolare il Senigalliese.