Bonus Internet veloce 300 euro: cos’è, come funziona e come richiederlo

Bonus internet veloce 300 euro: cos'è, come funziona e come richiederlo. Tutti i dettagli sull’agevolazione finanziata dal Governo.

Bonus Internet veloce 300 euro: cos’è, come funziona e come richiederlo. Tutti i dettagli sull’agevolazione finanziata dal Governo.

Bonus Internet veloce 300 euro: cos’è, come funziona e come richiederlo

Bonus Internet veloce 300 euro: cos’è e come funziona

Il Governo ha messo a disposizione della popolazione italiana numerosi bonus ai quali i cittadini possono attingere e che riguardano differenti ambiti della vita quotidiana. Tra le varie agevolazioni, figura anche il bonus Internet veloce da 300 euro, stanziato dal Governo sotto forma di voucher. La misura è rivolta a tutti gli italiani senza limini di ISEE ed è stata ideata per stimolare la diffusione di una rete Internet più veloce.

I voucher hanno una durata di 24 mesi e verranno erogati fino all’esaurimento del fondo di 400 milioni di euro creato per finanziare l’intervento. Il denaro può essere impiegato per attivare servizi cloud, Pec, Spid oppure per procedere al cablaggio di un condominio con la fibra ottica.

La notizia relativa all’erogazione del bonus Internet veloce da 300 euro è stata annunciata da Infratel, società che fa capo al Ministero dello Sviluppo economico italiano.

La misura partirà in modo ufficiale nella seconda metà del 2022. Secondo quanto riportato sul sito bandaultralarga.italia.it di Infratel, infatti, è possibile leggere: “La consultazione pubblica riguardante la seconda fase del ‘Piano voucher per l’incentivazione della domanda di connettività in banda ultra larga delle famiglie’ si concluderà il 31 maggio 2022”.

A chi spetta e come richiederlo

Il bonus Internet veloce può essere richiesto da tutte le persone o le famiglie che non hanno una linea Internet presso la propria abitazione oppure hanno una connessione di velocità inferiore ai 30 Mbps che hanno intenzione di adottarne una più performante. Il bonus si propone, quindi, di finanziare contratti di connessione che avranno una durata pari a 24 mesi per linee Internet di velocità pari ad almeno 30 Mbps in download.

Con i 300 euro previsti, sarà possibile finanziare circa il 50% del valore complessivo dei contratti della durata di 24 mesi. Nell’arco dei due anni, è prevista la possibilità di cambiare operatore senza vincoli.

Per il bonus Internet veloce, non sono previste limitazioni di ISEE: pertanto, non è necessario presentare domanda o documentazione ISEE. Lo sconto verrà applicato in modo automatico dall’operatore nel momento in cui si procederà all’attivazione della linea Internet sul costo di attivazione (qualora si previsto) oppure verrà scorporato dall’abbonamento mensile fino a raggiungere appunto la cifra di 300 euro.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram