Boom di contagi. Sono 7.332 i casi isolati nelle ultime 24 ore. Mai così tanti dall’inizio dell’epidemia. Quarantatré le vittime

dalla Redazione
Cronaca

Impennata di contagi nelle ultime 24 ore. I casi isolati sono 7.332 (ieri erano stati 5.901) a fronte di 152.196 tamponi, 40mila in più rispetto al 13 ottobre. Si tratta del numero più alto di casi registrati in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia, il 21 marzo si toccò, infatti, quota 6.657 ma a fronte di un numero nettamente inferiore di tamponi. In lieve aumento anche i decessi: 43 contro i 41 di ieri (36.289 in totale dall’inizio dell’emergenza).

In crescita anche i ricoveri in regime ordinario, 394 in più (ieri erano 255), per un totale di 5.470, mentre frena la crescita delle terapie intensive (539) con 25 ricoveri in più contro i 62 di martedì. Crescono, dunque, gli attualmente positivi: 92.445 (+5.252 rispetto a ieri), 86.436 (+4.833) dei quali si trovano in isolamento domiciliare asintomatici o con sintomi lievi. Il totale dei pazienti dimessi/guariti è pari a 244.065 (+2.037).

Secondo quanto riferisce il bollettino giornaliero del ministero della Salute, la Lombardia è la regione con il maggior numero di contagi, +1844, seguita da Campania (818), Veneto (657), Toscana (575) e Lazio (543). Nessuna regione a zero contagi, l’unica con crescita giornaliera a una cifra è la Basilicata (+9).