Borsa: apertura negativa sulle piazze europee

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Apertura leggermente negativa per le principali Borse europee il giorno dopo la Bce e in attesa del cruciale dato sull’occupazione americana di febbraio. Parigi e Francoforte
cedono rispettivamente lo 0,05% e lo 0,2% mentre a Milano l’Ftse Mib lascia sul terreno lo 0,37%. Subito vendite su Telecom Italia (-1%) dopo i conti 2013 e l’azzeramento della cedola sulle ordinarie. Giu’ anche le principali banche popolari con Bpm (-2,3%) e Bper (-1,2%) mentre Buzzi lascia sul terreno l’1,3%. In cima al listino, invece, torna a
salire Mps (+3%) dopo le prese di beneficio di ieri in attesa delle prossime mosse della Fondazione, e si conferma Yoox (+0,9%) a valle dei conti 2013. Fuori dal listino principale spiccano Sias (+3%) premiata dal buy di Equita a valle del bilancio e Brembo, che avanza di un altro 5,1% anch’essa dopo i conti dell’anno scorso, diffusi ieri. Sul mercato valutario l’euro si rafforza ulteriormente a 1,386 (1,384 ieri in chiusura) mentre il petrolio Wti guadagna 19 centesimi a 101,75 dollari al barile.