Borsa, dopo la breve tregua sui mercati torna il panico. Milano in caduta libera fa segnare una perdita superiore al 4%

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Quello di ieri sui mercati azionari è stato definito un rimbalzo tecnico. E tanto è stato, visto che oggi sui listini si sta registrando un nuovo tracollo. Giornata da panico a Piazza Affari con il Ftse Mib che perde oltre il 4%. I titoli bancari fanno segnare perdite fortissime con la sospensione di Ubi, Mediobanca, Banco Popolare, Mps a cui si aggiungono Unipolsai, Anima Holding e Azimut.  Lo spread tra il Btp e il Bund ha aperto in rialzo a 145,5 punti con un rendimento all’1,65%.

Male tutta Europa con perdite ovunque:  Londra l’1,8%, Francoforte l’1,9% e Parigi il 2,1%.L’euro è in lieve rialzo: la moneta unica passa di mano a 1,1285 dollari, contro 1,1196 dollari delle ultime ore di negoziazione di ieri. Il prezzo del petrolio cala ancora e sembra essere l’elemento determinante del tracollo. Un calo a 27,05 dollari al barile, dopo aver toccato un minimo di 26,85 dollari. Brutte notizie anche dall’Asia con Hong Kong e Seul in forte calo.