Borse europee in frenata

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Piazza Affari archivia la seduta in calo, insieme alle consorelle europee, tutte negative sulla scia di Wall Street, schiacciata dalle prese di profitto dopo i guadagni delle passate sedute. I realizzi hanno dominato anche sulle Borse europee, favoriti dai timori per una possibile vittoria del fronte indipendentista in Scozia nel referendum che si terrà il 18 settembre. Il governatore della Boe Mark Carney inoltre ha ventilato la possibilità che i tassi di interesse in Gran Bretagna tornino a salire dalla prossima primavera. Nel pomeriggio dagli Usa non sono giunti dati macroeconomici significativi. A Milano, reduce da un calo ieri, Ftse Mib 21.149 punti (-0,68%), All Share 22.389 punti (-0,67%). Scambi per 2,2 mld di euro di controvalore, rispetto a 1,8 mld ieri. Su 316 titoli in negoziazione, 109 hanno chiuso in rialzo, 188 in calo e 19 invariati. Sul Ftse Mib brillante performance di Telecom. In calo anche le principali Borse europee.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA