Il video di Flavio Briatore a Cartabianca: “A forza di cazzeggiare rischiamo la guerra civile”. Poi chiama “Fagiuolo” il generale Figliuolo

flavio briatore cartabianca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ieri Flavio Briatore è intervenuto a Cartabianca e ha parlato dei disordini in Piazza Monteciorio, difendendo i ristoratori di #IoApro con Bianca Berlinguer: “A forza di cazzeggiare, rischiamo la guerra civile. La gente non ne può più. È un anno che non si guadagna. Commercianti e bar hanno ricevuto solo l’elemosina e sono alla rovina. In Italia abbiamo gli alberghi vuoti ma se la gente ha la possibilità di andare all’estero ci va. Noi siamo specialisti nel farci male. La scorsa estate si parlò di focolai in Costa Smeralda, ma in quel periodo la Sardegna ha avuto zero morti”.

Flavio Briatore: “A forza di cazzeggiare rischiamo la guerra civile”. Poi chiama “Fagiuolo” il generale Figliuolo

Poi è arrivata anche una piccola gaffe. Come ha mostrato il giornalista e autore di Cartabianca Marco Fattorini su Twitter, Briatore ha chiamato “Fagiuolo” il generale Figliuolo. “E’ inutile che Fagiuolo dica ‘facciamo cinquecentomila vaccini'”, dice Briatore. La Berlinguer lo corregge subito: “Ma che Fagiolo! Si chiama Figliuolo”.

A quel punto Flavio Briatore prova a salvarsi in corner: “Figliuolo, scusate, è la speranza di tutti, è un generale del resto…”

Leggi anche: Denise Pipitone e Olesya Rostova: oggi, 7 aprile, “Lasciali Parlare” su Primo Canale svelerà i risultati del test del gruppo sanguigno