Brutta sorpresa per il miliardario George Soros. Trovato un ordigno esplosivo nella cassetta delle lettere della sua residenza di Bedford

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un ordigno esplosivo è stato trovato nella cassetta delle lettere della residenza del miliardario e filantropo, George Soros, a Bedford, nello stato di New York. Soros, uno dei principali finanziatori del partito democratico americano, è da tempo nel mirino di gruppi dell’estrema destra ed è stato accusato dai repubblicani di essere dietro alla carovana di migranti che si dirige verso gli Usa.  L’ordigno è stato fatto brillare dagli artificieri dopo che un dipendente del residence dove risiede Soros, vedendo un pacco sospetto all’interno delle cassetta, ha avvertito la polizia. Il lavoratore, secondo quanto riferisce il New York Times, ha portato il pacco in una vicina area boschiva e ha chiamato la polizia di Bedford. L’indagine è stata affidata alla Joint task force antiterrorismo dell’Fbi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA